L’avocado, frutto esotico dalla grandi proprietà

proprietà benefici e calorie dell'avocado

L’avocado è un frutto originario del Messico e dell’America centrale dalla buccia verde scuro e la polpa chiara lievemente verso il color avorio. Al centro del frutto è presente un grosso seme che in molti buttano ma che è perfettamente consumabile, anzi, al suo interno sono contenute preziose sostanze utili all’organismo. In molti, a torto, ritengono questo frutto pesante per il fegato, probabilmente perché la sua polpa è grassa ma è esattamente il contrario.

E’ vero, la polpa dell’avocado è grassa per cui può risultare un po’ pesante da digerire ma i grassi contenuti sono “grassi buoni” e comunque raramente l’Avocado viene consumato al naturale ma in combinazioni con altri alimenti, quali insalate o altri piatti anche a crudo per insaporire e insieme godere dei suoi benefici.

Cosa contiene l’Avocado?

In questo frutto trovi soltanto 160 calorie ogni 100 grammi, che è già una bella quantità nel consumo medio, quindi si può considerare un frutto adatto a regimi alimentari tendenti alla perdita di peso. Questa funzione viene aumentata dalla presenza notevole di fibre che aumentano la velocità del transito intestinale, riducendo le sostanze assorbite e tra queste anche il colesterolo, con evidenti benefici per l’organismo, in particolare per il sistema circolatorio ed il cuore.

Nell’Avocado si trovano anche molte sostanze benefiche:
• Vitamine del gruppo B, k, E, C
• Potassio e altri minerali necessari all’organismo
• Acido oleico (lo stesso dell’olio d’oliva)
• Folati
• Carotenoidi ( Luteina e Zeoxantina)

Oltre alla funzione di ridotto assorbimento del colesterolo con i benefici riportati e che tutti sanno, l’alto contenuto di varie vitamine apporta notevoli benefici alle funzioni di tutto il corpo mentre i carotenoidi hanno funzione antiossidante e utili per la vista.

La significativa presenza di fibre aiuta la funzione intestinale e comunque dà un senso di maggiore sazietà, riducendo l’introduzione di cibo e in questo modo rappresentando un’utilità nella ricerca della perdita di peso. Non basta mangiare Avocado per dimagrire, come non basta assumere i cosiddetti “Brucia Grassi”: occorre una giusta alimentazione sana ed equilibrata e attività fisica per aumentare il numero di calorie bruciate e incrementare la massa muscolare che brucia autonomamente calorie per il suo funzionamento.
Si è detto in premessa dell’utilità del seme che quasi sempre viene eliminato e buttato: Errore! Nel seme è contenuto il 70% degli antiossidanti di tutto il frutto, per cui buttarlo è veramente una cosa stupida. Basta sbucciarlo e tritarlo per ottenerne tutti i benefici, oppure grattugiarlo in insalate che risulteranno più ricche di sapore e decisamente migliori dal punto di vista nutrizionale e dei benefici che se ne traggono.

Puoi anche tagliare il seme a pezzi e bollirlo in acqua per circa 20 minuti. Infine filtra e bevi il decotto così ottenuto: farai il pieno di antiossidanti e tutto il tuo organismo te ne sarà grato.

Avocado: le controindicazioni

Non esistono grandi controindicazioni al consumo di Avocado se non l’allergia specifica che spesso si può presumere se già si ha conoscenza di allergia a banane e Kiwi. Molte persone fanno fatica a digerire alcune catene di carboidrati contenute nell’avocado accusando dopo il consumo gonfiore addominale e in taluni casi diarrea.

Rispetto al consumo in Gravidanza non esistono controindicazioni, anzi, la presenza di folati sono di grande aiuto alla mamma e al nascituro, quindi, al contrario, il suo consumo è assolutamente indicato anche in gravidanza e nell’allattamento.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*