Come tornare in forma in poco tempo

tornare in forma

Tutti affrontano prima o poi dei momenti in cui si perde un po’ di vista la forma fisica. Intendiamoci: si parla di quei 3/4 kg in più che magari non si vedono, ma che danno comunque fastidio.

Cosa bisogna fare per tirarli giù? Il primo passo prevede il contatto con un nutrizionista, l’unico professionista – assieme al dietologo – in grado di stilare un piano alimentare personalizzato.

Chiarito questo punto, è bene specificare la necessità di seguire alcune semplici regole relative allo stile di vita. Quali sono? Vediamo assieme le principali nelle prossime righe.

Cura la qualità del sonno

La forma fisica non migliora solo attraverso l’attenzione a quello che si mangia. Molto importante è lo stile di vita in senso più generale. Ottimizzarlo significa, per forza di cose, valutare anche la qualità del proprio sonno. Dormire male è una delle principali cause di stress e, di riflesso, di aumento dell’ormone cortisolo. Quando i suoi livelli diventano troppo alti, tra le conseguenze è possibile ricordare l’aumento del grasso addominale e del peso.

Per migliorare la qualità del proprio sonno se non la si ritiene sufficiente, si possono adottare diverse strategie. Una di queste prevede l’assunzione di integratori a base di melatonina, ormone che viene secreto naturalmente dal nostro corpo quando sopraggiunge la sera. Anche se si tratta di un integratore privo di controindicazioni, prima di iniziare ad assumerlo è opportuno consultare il proprio medico curante.

Fondamentale è anche evitare, se possibile, di dormire con device come lo smartphone vicino al letto. La loro presenza, anche da spenti, disturba il sonno.

Non trascurare l’idratazione

Per tornare in forma in poco tempo è basilare pure l’idratazione. L’acqua, grazie al suo effetto termogenico, favorisce infatti lo smaltimento delle calorie. Da non trascurare è anche il suo effetto depurativo.

Quando si parla di idratazione, capita sempre di vedere i parametri relativi alle quantità ideali, comprese tra 1,5 e 2 litri al giorno. A tal proposito, è bene ricordare che si tratta di una stima di massima.

Secondo gli esperti della Clinica Mayo, una delle più prestigiose istituzioni ospedaliere al mondo, una donna adulta normopeso dovrebbe bere 2 litri d’acqua al giorno circa. Le quantità perfette per un uomo si aggirano invece tra i 2,5 e i 3 litri d’acqua.

Un’altra discriminante da considerare è l’attività fisica. Chi ne svolge di più, deve ovviamente assumere maggiori quantità di acqua. In linea di massima, a ogni ora di allenamento dovrebbe corrispondere l’assunzione di un litro d’acqua.

Agenda piena o necessità di risparmiare? Con un po’ di ingegno, si può fare attività fisica comunque

Uno dei crucci di chi ha la necessità di tornare in forma in poco tempo è l’agenda piena di impegni che, molto spesso, impedisce di trovare uno spazio da dedicare all’allenamento durante la giornata. Altrettanto fastidiosa può essere la necessità di fare un po’ di economia, situazione che, per esempio, può portare a rinunciare a un abbonamento in palestra.

Con un po’ di ingegno si può ovviare a questi problemi e fare attività fisica in maniera efficace. Molto utile a tal proposito è l’acquisto di attrezzi ad hoc da utilizzare a casa. Le alternative che si possono prendere in considerazione sono numerose. Tra queste è possibile ricordare lo step, l’inconfondibile “grandino” che consente di mettere in atto un allenamento aerobico semplice e divertente.

Se si ha spazio in casa, si può optare pure per l’acquisto di una spin bike professionale, macchinario grazie alla quale si ha modo di bruciare calorie e, nel contempo, di scaricare le tensioni emotive.

Concludiamo facendo presente l’importanza di effettuare il riscaldamento sia prima del work out, sia alla fine per defaticare la muscolatura.