esami per la prevenzione della donna

Check up, ecco quali sono gli esami più importanti

L’informazione sulla salute negli ultimi anni ha spinto sia uomini che donne verso i check up di prevenzione. Quando si parla di prevenzione un piccolo campanellino di allarme suona dentro il cuore di ogni donna, soprattutto nel momento in cui si trova costretta ad effettuare un check up completo. Nel momento in cui ci troviamo di fronte alla prescrizione medica di un check up bisogna sempre tenere in mente che questo non è sinonimo di malattia. In realtà sono una lunga serie di esami che ci permettono di avere un’ampia conoscenza del nostro stato di salute, anche se a volte è possibile farne di specifici a seconda della nostra storia clinica.

Ma in realtà quando è utili fare un controllo generico della nostra salute? Una donna, ad esempio, a quali esami dovrebbe sottoporsi più spesso e perché?

Check up salute donna, la tiroide

A seconda della storia clinica di una donna la prima cosa che un medico solitamente consiglia, al fine di controllare lo stato di salute, è quello di effettuare un esame completo al sangue. Per chi non lo sapesse, ad esempio, questa è una prima forma di check up dato che nel momento in cui dovesse esserci un’anomalia nel nostro corpo i primi campanelli d’allarme si trovano appunto nel nostro sangue.

Molte donne magari hanno avuto modo di constare che nel momento in cui si chiede un esame generico come questo il medico spesso consiglia anche un ulteriore prelievo per constatare lo stato di salute della nostra tiroide. Il perché di quanto detto è davvero semplice. Come ben sappiamo la tiroide è l’organo che controlla l’emulsione degli ormoni nel nostro corpo, la quale spesso non funziona bene in una donna dopo la pubertà. Il check up sanguigno che si coglia di fare in casi come quello della tiroide, soprattutto se vi sono casi in famiglia, sono:

  • TSH: Se questo tipo di esame dovesse avere dei livelli alti ci troviamo di fronte a una tiroide che non funziona molto bene, differentemente se i valori riscontrati sono troppo bassi siamo in presenza di una tiroide che funziona troppo. A determinare il cattivo o buon funzionamento della tiroide però sono i dosaggi ormonali del FT4 ed FT3
  • FT4: questo in gergo medico è conosciuto come il principale ormone prodotto dalla tiroide; si dosa la frazione libera nel sangue.
  • FT3: questo tipo di omone subisce la trasformazione della T4 negli organi periferici.

Pap Test, consigliato nei casi di check up?

Quando una donna decide di sottoporsi a un check up completo della sua salute sa di dover prestare particolare attenzione al suo “intimo”, stiamo parlando soprattutto di vagina, utero e ovaie. L’esame migliore in casi come questi, che spesso i ginecologi consigliano, è il Pap Test che ci permette di controllare in pieno in collo del nostro utero. Questo tipo di esame durante il check up riguardante la saluta della donna è davvero fondamentale. Il Pap Test infatti permette di individuare lungo il collo dell’utero la presenza di alcune infezioni batteriche, come ad esempio la candida vaginale, oppure l’inizio di uno squilibrio ormonale per la donna. Il Pap Test, inoltre, è definito importante proprio per la sua azione preventiva. Questo tipo di esame, infatti, permette di individuare anche la presenza o il nascere di una massa tumorale nell’utero.

Salute donna check up: mammografia o ecografia mammaria?

Quando si parla del check up per una donna è impossibile non parlare della mammografia o ecografia mammaria. La domanda spesso è sempre la stessa: quando iniziare i controlli al seno? Il cancro al seno, come purtroppo è noto a tutti, si può manifestare in diversi modi a seconda dell’età e spesso può avere anche un sequel ereditario. Nel momento in cui però decidete di effettuare questo tipo di esame nel vostro check up il consiglio è quello di consultarsi con il medico curante che senza ombra di dubbio conosce la vostra storia clinica. Il consiglio degli specialisti però varia da caso in caso, ad esempio, se una donna ha in famiglia parenti che hanno dovuto lottare contro il cancro al seno sarebbe preferibile iniziare i check up già dai vent’anni in poi con una semplice ecografia mammaria, successivamente dopo i quaranta è da preferire la mammografia. Esami come questi due devono essere ripetuti almeno uno volta l’anno, a seconda della prescrizione medica che cambia da donna a donna, ovvero da caso clinico a caso clinico.

Per altri consigli utili e guide per la salute delle donne potete consultare il sito vigilasalute.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *