Cosa sono e a cosa servono i sistemi di sanificazione ambientale

In seguito alla pandemia che ha colpito tutto il mondo a causa della diffusione del corona virus Covid 19 molte aziende hanno cominciato a cercare delle soluzioni per garantire la totale sicurezza delle attività produttive e dei lavoratori: per cercare di prevenire nuovi contagi e permettere agli operatori di lavorare in totale sicurezza, diverse aziende hanno cominciato la produzione di sistemi di sanificazione ambientale che hanno la funzione di igienizzare al 100% le persone e gli oggetti che passano sotto o attraverso di essi.

Questi sistemi di sanificazione sono costituiti da una struttura che può essere fatta in materiali diversi (acciaio, gomma, etc.) e da un nebulizzatore certificato che permette di igienizzare un certo numero di persone ogni ora: le forme di questi sistemi possono essere differenti e vanno dalla classica cabina a forme ad arco, a igloo, etc.

Soluzioni di questo tipo sono una soluzione ottimale per le aziende e per i datori di lavoro al fine di garantire la sicurezza all’interno dell’ambiente aziendale dei lavoratori: inoltre permettono agli imprenditori di tutelarsi in qualche modo (chiaramente non del tutto in quanto le variabili in gioco sono diverse e bisogna anche adottare altre precauzioni) da eventuali problemi di carattere anche penale che potrebbero insorgere qualora i lavoratori dovessero ammalarsi sul luogo di lavoro oppure dovessero nascere dei nuovi focolai all’interno delle aziende.

I sistemi di sanificazione ambientale possono essere utilizzati sia all’aperto che al chiuso e sono una soluzione ottimale per concerti, fiere, eventi sportivi così come per ospedali, palestre, centri commerciali, aziende, supermercati, etc.; inoltre, visto che il Covid 19 sembra si diffonda anche tramite oggetti e superfici, possono essere utilizzati anche per sanificare merci e oggetti facendoli passare all’interno della struttura.

Il processo di igienizzazione solitamente ha tempi piuttosto rapidi, normalmente si sta intorno ai 30 secondi in modo da permettere ad un ampio numero di persone di essere igienizzate senza dover perdere troppo tempo rischiano di allungare troppo i tempi di accesso ad un evento o ad un luogo di lavoro.

Esistono sistemi di sanificazione (chiamati anche tunnel disinfettanti) piuttosto semplici o anche più evoluti e dotati di riconoscimento facciale, rilevazione della temperatura corporea, controllo numero accessi e addirittura che rilevano anche se una persona indossa o meno la mascherina: e ovviamente siamo appena all’inizio, quindi sicuramente assisteremo a delle evoluzioni anche in questo ambito e nei prossimi mesi verranno create delle nuove tipologie di sistemi di sanificazione ambientale sempre più evoluti.

Per chi fosse interessato a dotarsene, non bisogna anche dimenticare che in base al DCPM dell’08 Aprile 2020 è previsto un credito d’imposta per chi decida di dotarsi di dispositivi di protezione in ambito lavorativo: questa agevolazione fiscale è prevista per tutte le spese di questo tipo effettuate durante l’anno 2020. Basta quindi informarsi in merito a questo credito d’imposta e garantire la totale sicurezza a chi opera in settori diversi senza incorrere in rischi per sé stessi e per gli altri.